Detrazioni fiscali ristrutturazioni - Il bonus infissi

detrazioni-fiscali-ristrutturazioni

Le detrazioni fiscali ristrutturazioni per il 2019

Anche per il 2019 lo Stato ha confermato le detrazioni fiscali ristrutturazioni a sostegno dei cittadini che compiono interventi edilizi sulla propria casa. Questo sgravio fiscale consisteva in linea generale al momento della sua ideazione in una detrazione dall'Irpef del 36 per cento delle spese sostenute per i lavori, fino a un ammontare complessivo non superiore ai 48 mila euro per unità immobiliare: tuttavia per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2019 la soglia della detrazione è stata elevata al 50 per cento con un limite massimo di spesa di 96 mila euro. Le detrazioni fiscali ristrutturazioni sono considerate un elemento fondamentale per fare da traino a un settore come quello edilizio e per dare un incentivo alle famiglie, spaventate dai costi da sostenere, per effettuare i necessari lavori di ristrutturazione.

Detrazioni fiscali ristrutturazioni: il bonus infissi

Come detrazione fiscale ristrutturazione è stato confermato anche per il 2019 il cosiddetto bonus infissi, che permette di effettuare la sostituzione e l'installazione di infissi e finestre, potendo usufruire di una detrazione del 50 per cento sulle spese, con un riconoscimento anche del bonus mobili 2019 per l'acquisto delle finestre, oppure dell'Ecobonus 2019 qualora l'acquisto degli infissi si configuri come miglioramento della prestazione energetica dell'edificio. Per ottenere i benefici derivanti dalle detrazioni fiscali ristrutturazioni è necessario che la spesa effettuata per l'acquisto di infissi e finestre avvenga tramite bonifico bancario o postale, indicando oltre alla causale e i vari dati da inserire anche la legge di riferimento per il bonus ristrutturazione oppure l'Ecobonus.



Bisogna poi ricordarsi di conservare tutta la documentazione di spesa per 10 anni, visto che la detrazione fiscale deve essere ripartita in 10 quote annuali di eguale importo. La prima quota del bonus infissi in detrazione va dichiarata con il modello 730 per il 2020 o il modello Redditi del medesimo anno. 

Detrazioni fiscali ristrutturazioni per le finestre Nurith

Con tali agevolazioni fiscali si può ad esempio usufruire delle finestre Nurith, azienda italiana leader nel settore infissi e serramenti, che vanta prodotti di alta qualità in fatto di design e di insolamento termico ed acustico, risultando quindi un prodotto ideale per il risparmio energetico e la riqualificazione dell'edificio al fine di ottenere i benefici fiscali dell'Ecobonus. Le finestre Nurith caratterizzano la loro mission imprenditoriale sui seguenti valori produttivi:

  • Innovazione
  • Materiali di qualità
  • Cura del dettaglio
  • Investimento tecnologico
  • Diversificazione di prodotto


Gli interventi che si possono finanziare mediante le detrazioni fiscali ristrutturazioni sono:

  • Installazione, sostituzione e rafforzamento di cancellate o recinzioni
  • Installazione o sostituzione di grate alle finestre
  • Installazione e sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci e spioncini
  • Rilevatori di apertura ed effrazione sui serramenti
  • Allargamento finestre esterne
  • Sostituzione infissi
  • Riparazione davanzali di finestre e balconi
  • Tapparelle metalliche
  • Vetri anti sfondamento
  • Saracinesche

Come funziona l'Ecobonus

Per poter usufruire dell'Ecobonus come detrazione fiscale per eseguire interventi ad esempio con Finestre Nurith è necessario che il lavoro sia volto al miglioramento dell'efficienza energetica. Queste detrazioni fiscali ristrutturazioni prevedono la sostituzione di infissi già esistenti ottenendo il miglioramento degli indici di trasmittenza, ed in questo caso il limite di spesa è di 60 mila euro: se gli indici rimangono inalterati non sarà possibile usufruire dell'Ecobonus e in quel caso sarebbe meglio richiedere il bonus infissi ristrutturazione normale, considerando che il cosiddetto Ecobonus è stato anche abbassato rispetto all'anno precedente dal 65 per cento in detrazione ad appunto il 50 per cento, identico al bonus ristrutturazione. Per il 2019 è previsto inoltre anche per gli interventi di ristrutturazione la compilazione e l'invio della comunicazione all'Enea, l'Ente per le nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente, dei lavori eseguiti entro 90 giorni dalla fine degli stessi. Espletando queste formalità burocratiche è possibile pertanto godere delle detrazioni fiscali messe in campo dallo Stato per favorire le attività di ristrutturazione casa.


Baiano Marmi: siamo in via Dante Alighieri 7, Quarto (Na)

Newsletter

Tieniti aggiornato sui nostri prodotti o promozioni